Un chiarimento doveroso

Un chiarimento doveroso

La lista di LEGNANO AL CENTRO, in assoluta coerenza con quanto comunicato in precedenza, ribadisce di NON aver effettuato alcun “apparentamento” con gli schieramenti dei due candidati sindaci in lizza per il ballottaggio di domenica prossima. Comunica inoltre con grande fermezza e determinazione di credere nella ASSOLUTA LIBERTA’ di ciascuno ad esprimere il proprio voto per l’uno o l’altro candidato secondo le proprie idee e convinzioni.

Per quanto riguarda le polemiche innescate recentemente su argomenti pretestuosi e su illazioni e chiacchiericci, vogliamo affermare che la lista LEGNANO AL CENTRO non ha mai chiesto alcun incontro con i candidati sindaci al ballottaggio. La nostra candidata Sindaco, in rappresentanza di entrambe le liste del Polo civico ha raccolto l’invito di entrambi gli schieramenti per un confronto su parti comuni dei loro programmi con quello realizzato dalla Lista Legnano al Centro apprezzato da entrambi i candidati. Confronti in entrambi i casi costruttivi ispirati a condivisione di metodi e contenuti e non certo finalizzati a proposte che sarebbero state irricevibili da parte di Legnano al Centro per coerenza con quanto enunciato nel programma e per la chiarezza e la trasparenza che ha sempre caratterizzato il lavoro della lista Legnano al Centro.

Informiamo altresì che la Prof. Ferrario con eticità e correttezza ha sempre informato, attraverso colloqui con i capilista delle due formazioni, dei contenuti degli incontri concordando con loro le decisioni da adottare.

Con rammarico dobbiamo sottolineare che i vecchi giochi di protagonismo, dai quali credevamo essere indenni, ritornano con vigoria e con il chiaro obiettivo di distruggere qualsiasi nuova proposta di una gestione della Cosa Pubblica basata su Idee, Competenze e Metodo.

Probabilmente quando certi personaggi si rendono conto di non avere queste caratteristiche, preferiscono scatenare polemiche e discredito per avere quella visibilità ormai in declino e che non avrebbero avuto in altro modo. Legnano al Centro si dissocia da qualsiasi forma di insulto diffamazione e offesa personale prendendo le distanze da chi, pur vantando di aver sottoscritto un codice etico, non si ispira a comportamenti coerenti con le basilari regole di reciproco rispetto. Sottolinea e apprezza il clima di leale e rispettoso confronto che ha caratterizzato la campagna elettorale fino all‘ 11 giugno e convintamente condanna a viva voce l’improvvisa e inspiegabile degenerazione comportamentale di qualcuno.

Legnano al Centro continuerà il proprio lavoro con serietà e abnegazione a sostegno del proprio consigliere di minoranza e a sostegno della nostra Legnano che ha bisogno di persone costruttive e non di sterili polemiche create ad arte per soddisfare lo smisurato egocentrismo di persone magari non sempre in buona fede. Il tempo è galantuomo e i cittadini avranno modo di valutare, dopo la proclamazione della nuova giunta, le persone e i comportamenti. Noi non abbiamo paura.